per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

Festival dello Sviluppo Sostenibile 2017

 

 

Il primo Festival si è tenuto dal 22 maggio al 7 giugno 2017, coinvolgendo l’Italia per 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs), e ha rappresentato un’esperienza unica nel suo genere. L’evento ha riscosso un grande successo, reso possibile grazie al prezioso impegno dei suoi Aderenti, del Segretariato dell’ASviS, della Rete delle Università Sostenibili (Rus) e di altre realtà interessate ai temi della sostenibilità: una straordinaria impresa che ha attirato l’attenzione pubblica sull’Agenda 2030 e che è stata accolta con grande entusiasmo da tutte le componenti della società.

Con il Festival 2017 sono stati organizzati 221 eventi, coinvolgendo tanto grandi città quanto piccoli paesi mediante conferenze, workshop, seminari, flashmob, rassegne cinematografiche e spettacoli, per affrontare tematiche che vanno dalla protezione del suolo alla tutela dei diritti, dal lavoro dignitoso al risparmio energetico. Un Festival innovativo, dedicato al confronto e alla condivisione di best practice per far crescere la cultura dello sviluppo sostenibile nel nostro Paese e per raggiungere gli Obiettivi dell’Onu. Nell’arco dei 17 giorni sono intervenuti oltre 2300 relatori, tra cui anche alte cariche dello Stato, come il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Il successo è stato testimoniato anche dai social: i messaggi del Festival hanno raggiunto oltre 4 milioni di persone su Twitter e Facebook e in poco più di due settimane oltre 110mila utenti hanno visitato il sito del Festival e dell’ASviS.

Il Festival è riuscito davvero a coinvolgere tutti, senza lasciare nessuno indietro (“no one is left behind”, come compare nell’Agenda 2030), dando voce tanto agli esperti in materia quanto ai non addetti ai lavori, e arrivando fino ai più giovani, a cui sono stati dedicati oltre 80 eventi organizzati dalla Rus. Non solo, oltre 200 scuole di ogni ordine e grado hanno potuto partecipare al concorso Miur-ASviS “Facciamo 17 goal. Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”, producendo elaborati (video, poesie e testi scritti) su uno o più SDGs, mentre i ragazzi sotto i 30 anni hanno potuto proporre idee progettuali in grado di favorire il raggiungimento degli SDGs in Italia nell’ambito del concorso “Youth in Action for Sustainable Development Goals” promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Tre eventi sono stati organizzati direttamente dal Segretariato dell’ASviS, cercando di raggiungere le varie componenti della società: prima la società civile, poi le imprese e infine i vertici.

L’evento di apertura di Napoli “Italia 2030. Che nessuno resti indietro! del 22 maggio è stato dedicato al tema delle disuguaglianze, articolato in quattro parti (scuola, imprese, alimentazione e povertà). L’incontro ha cercato di far arrivare la voce dei cittadini direttamente ai vertici mediante le occasioni di dialogo tra società civile e membri delle istituzioni, tra cui diversi ministri quali il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il ministro per la coesione territoriale e il mezzogiorno Claudio De Vincenti, il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina e il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti.

Il secondo evento, “Aziende e finanza 2030: il motore dello sviluppo sostenibile, si è tenuto al Pavilion di Milano il 1° giugno. La conferenza è stata incentrata sul contributo delle imprese per il raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030 e ha visto la partecipazione del ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda e il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti. Diversi rappresentanti di organizzazioni imprenditoriali hanno sottoscritto la dichiarazione congiunta “Le imprese italiane insieme per gli Obiettivi di sviluppo sostenibile” per impegnarsi a orientare le strategie aziendali verso gli SDGs. Nel corso dell’evento, imprese e studenti di alcune Business School hanno avuto anche l’occasione di condividere le proprie best practice di sostenibilità aziendale.

Infine, l’evento conclusivo del 7 giugno alla Camera dei Deputati “Italia 2030: un Paese in via di sviluppo sostenibile, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e della presidente della Camera Laura Boldrini, ha rappresentato per un’importante occasione per condividere i risultati del Festival con le alte cariche dello Stato. In risposta, il Governo ha dichiarato che la presidenza del Consiglio si assume il coordinamento della Strategia nazionale di sviluppo sostenibile.

L'esito del primo Festival dello Sviluppo Sostenibile è andato oltre le aspettative, testimoniando la volontà del nostro Paese di mettersi in gioco per il futuro del Pianeta. 

Visita il sito del Festival 2017

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale