per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

LOTTA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

Nel 2016, le temperature globali hanno raggiunto livelli da record, superando di 1,1°C quelle dell’era preindustriale. L’Italia nel 2017 ha prodotto la proposta di un Piano nazionale per l’adattamento ai cambiamenti climatici (Pnacc), la creazione della nuova Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (Snss) e l’annuncio della preparazione del Piano Nazionale Clima ed Energia.

Il Vaticano in prima linea con le start up contro il cambiamento climatico

Con il concorso Laudato si’ sono stati destinati 100mila dollari a nove giovani imprese che hanno l’obiettivo di combattere i cambiamenti climatici con tecnologie avanzate.

A dicembre, nove startup (sulle 300 che avevano partecipato) hanno raggiunto la fase finale del concorso indetto dal Vaticano per le imprese che si impegnano ad applicare con idee hi-tech la visione del Papa sui cambiamenti climatici. Ognuna delle demo delle invenzioni tecnologiche finaliste è stata ospitata in uno dei tanti territori di proprietà del Vaticano sparsi per tutta Roma. Su ogni progetto arrivato in finale, il Vaticano ha poi apposto un “francobollo” certificante la sua approvazione. In questo modo si è cercato di aprire le porte della notorietà agli imprenditori delle start up così da potergli facilitare la ricerca di investitori.

Il concorso, dato il suo obiettivo, è stato chiamato come l’enciclica di Papa Francesco “Laudato si’” che promuove una maggiore coscienza nella cura della “casa comune” affinché ambiente e esseri umani convivano pacificamente e sostenibilmente.

Le invenzioni vincitrici che sono state portate a Roma comprendono anche un sistema che permette di trasformare i rifiuti dai birrifici in farina, un filtro per permettere alle persone di bere direttamente da acqua inquinata e una lampadina solare che sostituisce lampade a cherosene altamente inquinanti.

L’attenzione mediatica che ha avuto l’evento di Roma ha contribuito ad attirare i grandi del settore tecnologico, come Biz Stone di Twitter e Chade-Meng Tan di Google.

La somma di denaro messa in palio ammonta a 100mila dollari per ciascuna impresa finalista e proviene da investitori privati richiamati dal grande impatto che ha avuto questa iniziativa. I soldi ricevuti rappresentano solo una cifra iniziale per mettere in atto le idee proposte. Le singole start up dovranno impegnarsi autonomamente per trovare ulteriori finanziamenti.

di Giulia D’Agata

giovedì 28 dicembre 2017
#ASviS_Altre_News #goal13

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale