per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

PARTNERSHIP PER GLI OBIETTIVI

Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

Nel 2016, gli Aiuti pubblici allo sviluppo da parte dei Paesi Ocse sono aumentati dell'8,9% e Germania, Danimarca, Lussemburgo, Norvegia, Svezia e Regno Unito hanno raggiunto il traguardo fissato dall'Onu di portarli allo 0,7% del reddito nazionale lordo. In Italia, l’obiettivo è ancora lontano e si attende l’approvazione della legge sul Commercio equo e solidale.

Tcfd Knowledge Hub: il supporto alle aziende contro il cambiamento climatico

Sviluppata da Cdsb e Tcfd sulla base delle linee guida rilasciate lo scorso anno, offre un luogo dove conoscere le migliori pratiche da mettere in campo. Obiettivo è creare organizzazioni resilienti al global warming.

Con l’aumento della temperatura globale crescono di pari passo le sfide per le organizzazioni, costrette ad una vera e propria gestione del rischio climatico. Grazie però al lancio della nuova piattaforma “TCFD Knolwledge Hub“, si ha finalmente una mano in più su cui contare.

Sviluppata dal Climate disclosure standards board (Cdsb) e dalla Task force on climate-related financial disclosures (Tcfd), il nuovo hub offre una serie di strumenti per la tutela delle organizzazioni. Si va dal tipo di risorse da mettere in campo per prevenire il rischio, fino a come implementare le best practice aziendali.

La piattaforma segue le linee guida già rilasciate lo scorso anno proprio dal Tfcd, su richiesta del Financial Stability Board, che intende aiutare a comprende meglio le dinamiche climatiche e gli impatti negativi che queste generano. Un luogo dove aziende, banche e compagnie di assicurazione possono conoscere i danni fisici, ma anche monetari, a cui vanno incontro.

L’obiettivo è quello di capire quanto un’organizzazione sia resiliente, cioè capace di resistere agli urti del climate change, per costruire strategie studiate ad hoc.

“Dal lancio della Task Force ci siamo sempre impegnati nel miglioramento della divulgazione per quanto riguarda le informazioni sul cambiamento climatico – afferma Mary Shapiro, presidente della Tfcd -. Abbiamo lavorato proprio per assistere le aziende nell’attuazione delle migliori pratiche. Grazie alla piattaforma un’informazione finanziaria correlata al clima è finalmente realtà. Adesso sarà più facile per le aziende adottare misure necessarie a garantire trasparenza ai mercati su come la società identifica, misura, gestisce e mitiga i rischi legati al clima”.

Fino ad ora sono 275 le aziende e 47 le organizzazioni che hanno puntato sulle linee guida indicate dalla piattaforma, fornite da diversi enti governativi, accademici, associazioni industriali e consulenti che hanno fatto della resilienza al clima il proprio cavallo di battaglia.

Inoltre, le aziende possono scegliere di utilizzare la piattaforma anche come luogo dove poter scambiare consigli e informazioni riguardo le strategie da mettere in atto.

 

di Ivan Manzo

 

mercoledì 16 maggio 2018
#ASviS_Altre_News #goal13

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale