per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

G20, la presidenza tedesca annuncia che l'Agenda 2030 sarà un tema prioritario

Il prossimo G20, il 7 e 8 luglio 2017 ad Amburgo, mette in primo piano lo sviluppo sostenibile attraverso gli SDGs, gli accordi di Parigi e tre aree tematiche prioritarie: costruire la resilienza, migliorare la sostenibilità, assumersi le responsabilità.

L'Agenda 2030 sarà uno dei temi prioritari del prossimo G20, presieduto dalla Germania, che si terrà ad Amburgo il 7 e 8 luglio 2017. Secondo un documento diffuso il 1° dicembre, infatti, il summit sarà focalizzato sulle tematiche dello sviluppo sostenibile, per il quale i Sustainable Development Goals e gli accordi di Parigi forniscono il quadro internazionale di riferimento.

La crescente integrazione tra tematiche economiche, sociali, ambientali e istituzionali si rifletterà nell'articolazione dell'agenda del vertice di Amburgo, incentrata su tre aree: costruire la resilienza, migliorare la sostenibilità, assumersi la responsabilità. "Solo lavorando insieme potremo essere capaci di raggiungere il nostro obiettivo come G20 - ha sottolineato la cancelliera Angela Merkel - che corrisponde a una crescita economica forte, bilanciata, sostenibile e inclusiva, affrontando di concerto le incertezze economiche, sociali e politiche".

Le tematiche dell'Agenda 2030 innervano l'intero impianto del prossimo G20: da clima ed energia alla parità di genere, dalla partnership con l'Africa all'anticorruzione. Una forte attenzione allo sviluppo sostenibile, che dovrebbe essere condivisa anche dal G7 a presidenza italiana, che si terrà a Taormina il 26-27 maggio 2017.

Il G20 è un gruppo informale internazionale istituito nel 1999 che riunisce i 19 Paesi più industrializzati del mondo (Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Italia, Messico, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Sud Africa e Turchia) e l’Unione Europea. Vi partecipano anche le istituzioni di Bretton Woods (Fondo Monetario Internazionale e Banca Mondiale), nonché le principali organizzazioni internazionali (Nazioni Unite, Banca Mondiale, Oil, Ocse). Nel complesso il G20 rappresenta più del 90% del Pil mondiale, l’80% del commercio globale e due terzi della popolazione del pianeta.

Per maggiori informazioni cliccare qui

 

di Giulio Lo Iacono

lunedì 05 dicembre 2016
#ASviS_Altre_News

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale