per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

Workshop ESDN a Berlino: peer learning per gli SDGs e piattaforma on line dal prossimo autunno

L’European Sustainable Development Network sta sviluppando una metodologia per la condivisione delle migliori pratiche europee relative agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. La riunione di Berlino ha celebrato il successo della Settimana sullo sviluppo sostenibile.

ASviS era presente al 14esimo workshop organizzato da Esdn (European Sustainable Development Network), che si è tenuto il 14 giugno presso il Ministero dell’Ambiente tedesco. Obiettivo del workshop, la condivisione di una metodologia di peer learning (apprendimento tra pari) per supportare i dirigenti politici nazionali nell'implementazione dei 17 SDGs (Sustainable Development Goals).

Una piattaforma online dedicata sarà lanciata da Esdn nell'autunno 2016, per condividere esperienze e best practice nella progettazione di politiche e processi.

Un approccio auspicato anche dal documento dell'Onu "Transforming our world: the 2030 Agenda for Sustainable Development", che evidenzia l'importanza del peer learning e la centralità dei network come forma di governance multiorganizzativa per l’implementazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Le peer review sono, essenzialmente, verifiche delle performance di uno Stato da parte di altri Stati su un tema specifico. La Germania è il solo Paese in Europa ad aver realizzato per ben due volte una peer review della sua Nsds (National Sustainable Development Strategy), nel 2009 e nel 2013. Altri Paesi ad aver concluso una peer review sono stati la Francia (2005), la Norvegia (2007), l'Olanda (2007).

In genere, le peer review sono utili per sensibilizzare ulteriormente Governi e Parlamenti, rafforzando il loro impegno e la loro visione strategica, oltre a rappresentare uno stimolo per gli altri stakeholder e per l'opinione pubblica.

L'Un Hlpf (High Level Political Forum) avrà un ruolo centrale nella revisione dei processi a livello globale, producendo anche un Annual SDG Progress Report, basandosi sul Global Indicator Framework e sui dati prodotti dagli istituti di statistica nazionali.

Nel corso del prossimo Hlpf (che si terrà dall’11 al 20 luglio prossimi a New York), ci saranno 22 national voluntary reviews, di cui sette da Paesi europei: Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Montenegro, Norvegia e Svizzera.

Nell’ambito del workshop, è stato valorizzato anche il grande successo ottenuto dalla European Sustainable Development Week (Esdw), organizzata dallo stesso Esdn che, dal 30 maggio al 5 giugno, ha registrato oltre 4200 eventi  legati agli SDGs in 38 Paesi europei.  Un successo evidenziato dalla stessa Cancelliera tedesca Angela Markel, che ha partecipato alla recente 16esima Conferenza annuale del German Council for Sustainable Development. Nel corso della Esdw, l’Italia è uno dei Paesi che ha organizzato il maggior numero di attività, tra le quali ricordiamo l’evento ASviS del 30 maggio scorso.

 

Scopri qui gli approfondimenti sul workshop Esdn.

Scarica qui la peer review della Germania sulla Strategia nazionale tedesca di Sviluppo Sostenibile.

Scarica qui il comunicato stampa sulla Esdw.

Qui il rapporto completo

 

di Giulio Loiacono

lunedì 20 giugno 2016
#ASviS_Altre_News

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale