per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

IN EVIDENZA: Sulla strada della mitigazione del clima, piccoli passi da Palazzo Chigi a Montecitorio, grandi passi da Parigi a Marrakech

Si segnala da una parte il raggiungimento delle soglie necessarie per far entrare in vigore gli accordi della Cop21, dall'altra il ddl di ratifica del governo italiano.

La nostra cronaca della sostenibilità della settimana dal 3 al 10 ottobre segnala un avvenimento molto importante e atteso: il raggiungimento delle soglie necessarie per far entrare in vigore gli accordi  raggiunti nel dicembre scorso nella Conferenza sul clima Cop21 di Parigi. È solo un inizio, come spiega nel commento dell’ASviS Enrico Giovannini, ma gli effettivi  progressi nel difficile impegno globale per mitigare il cambiamento di clima troveranno già una prima verifica nella prossima Cop22 che si terrà dal 7 novembre novembre a Marrakech.

Il tema della ratifica di Parigi è stato affrontato anche a Roma, perché il nostro governo, che non ha fatto in tempo a collocare l’Italia tra i primi Paesi europei che hanno ratificato gli accordi di Parigi, ha finalmente presentato un disegno di legge di ratifica. La sua approvazione dovrebbe offrire al Parlamento lo spunto per un importante dibattito sul mantenimento degli impegni assunti in sede internazionale nel quadro dell’Agenda 2030 dell’Onu, come l’ASviS auspica da tempo. Si veda a questo proposito il Rapporto L’Italia e gli obiettivi di sviluppo sostenibile  presentato dall’Alleanza il 28 settembre alla Camera e scaricabile dal nostro sito.

Non c’è dubbio che il governo abbia anche altri pensieri, perché siamo nel delicato periodo che intercorre tra la presentazione del Documento di economia e finanza, che delinea il quadro egli obiettivi macroeconomici per i prossimi anni, e la presentazione della Legge di bilancio (ex Legge di stabilità, ex ex Legge finanziaria,) che spiega con quali interventi si intende operare per modificare gli andamenti. C’è però un netto legame tra i due temi, perché il percorso italiano verso l’Agenda 2030 non è “altra cosa” rispetto al programma di politica economica, ma ne costituisce invece una integrazione: un primo colpo alla barra del timone per puntare a un diverso modello di sviluppo basato sulla crescita sostenibile, nella convinzione che solo così possiamo reagire alla cosiddetta “stagnazione secolare” e assicurare un maggiore benessere  ai nostri concittadini.

Tra le altre notizie della settimana, si segnala, a livello internazionale:

  • La giornata mondiale degli insegnanti, il 5 ottobre, istituita dall’Unesco e da altre Agenzie dell’Onu;
  • Il 5 ottobre si è concluso a Johannesburg la riunione Cop 17 della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES nell’acronimo inglese). Non si segnalano risultati clamorosi, ma i verbali di questo tipo di riunione mostrano chiaramente il modo di procedere, faticoso ma concreto, della governance internazionale, sulla base di tanti piccoli accordi multilaterali e bilaterali che spesso ignoriamo, ma che nel complesso intrecciano una rete di salvaguardia dedicata, in questo caso, alla tutela della biodiversità.

In Italia segnaliamo:

Tra i prossimi eventi da segnalare:

  • 11 ottobre – Lancio del Rapporto "European Union Regional Social Progress Index", documento nato dalla collaborazione tra Commissione Europea, Social Progress Imperative e Orkestra - Basque Institute of Competitiveness. Il rapporto offrirà la prima fotografia dettagliata della situazione delle 272 regioni dell'UE dal punto di vista del progresso sociale;
  • 11 ottobre - A Milano il Cesvi presenta l'Indice Globale della Fame 2016 (GHI), uno dei principali rapporti internazionali e strumento di misurazione multidimensionale della fame nel mondo;
  • 12 ottobre – A Roma la CBM Italia Onlus organizza il convegno su prevenzione dal titolo “Salute e cooperazione Italiana: l’importanza della prevenzione. La strategia di CBM per l’eliminazione della cecità evitabile in Etiopia, in collaborazione con la DGCS;
  • 12 ottobre – A Roma il convegno di studi Le sfide della liberta' femminile in occasione del 70° del voto alle donne organizzato da Fondazione Gramsci in collaborazione con il gruppo PD della Camera dei deputati e con l’Istituto Luigi Sturzo;
  • 13 ottobre – A Bruxelles la prima piattaforma di apprendimento tra pari organizzata da ESDN “Policy coherence and cooperation for the 2030 Agenda and SDGs implementation”: uno spazio di confronto tra policy makers impegnati o coinvolti nel raggiungimento degli SDGs. L'appuntamento prende spunto dagli impegni e le considerazioni emerse nella Conferenza 2015 e il 14th ESDN Workshop di giugno a Berlino, che ha visto la partecipazione di AsviS;
  • 13 ottobre – A Modena la Fondazione Gorrieri promuove l'incontro "Reddito minimo, reddito di base o reddito di cittadinanza? Obiettivi, sperimentazioni e proposte". Il dibattito vedrà la partepicazione di Elena Granaglia, Docente all’Università di «Roma Tre» e Stefano Toso, Docente all’Università di Bologna, in occasione dell’uscita dei saggi di E. Granaglia e M. Bolzoni, “Il reddito di base” (Ediesse, 2016), e di S. Toso “Reddito di cittadinanza. O reddito minimo?” (Il Mulino, 2016);
  • 14 ottobre – A Bertinoro si svolge il tradizionale appuntamento con le Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile. L'edizione di quest'anno sarà dedicata al tema "Da spazi a luoghi. Proposte per una nuova ecologia dello sviluppo";
  • 14 ottobre - A Taranto la presentazione del corso di alta formazione "Progettare e gestire città e territori sostenibili", promosso dalla Camera di Commercio di Taranto e dall'Università Cattolica del Sacro Cuore e rivolto agli amministratori e dipendenti della Pa e ai laureati;
  • 14/16 ottobre – A Roma il Maker Faire Rome 2016, il più grande evento europeo sull’innovazione, alla sua 4a edizione, si svolgerà presso la Fiera di Roma. Domotica, ri-uso, droni e robot, stampa 3D, manifattura digitale, industria 4.0, internet delle cose, tecnologia applicata ai mezzi di trasporto, alla cucina, alla moda, alla musica. Questi sono alcuni dei temi che verranno presentati al pubblico.

Infine due “Save the date” per le settimane prossime:

  • 17/20 ottobre - A Quito la Conferenza Habitat III: verso una nuova agenda urbana, promossa dalle Nazioni Unite per una pianificazione urbana sostenibile a livello sociale e ambientale;
  • 27 ottobre – A Roma il lancio del Living Planet 2016 a cura del WWF. Alla presentazione del rapporto, dal sottotitolo “I semi per un buon Antropocene”, partecipa anche il portavoce dell'ASviS Enrico Giovannini.


a cura di Donato Speroni ed Elis Viettone

lunedì 10 ottobre 2016
#ASviS_In_Evidenza

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale