per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

News

La Commissione Ue avvia una consultazione su cinque scenari per l’Unione

25/07/2017

I commenti serviranno come ispirazione per il prossimo discorso di Juncker sullo stato dell'Europa. Ma SDG Watch Europe invita i cittadini a partecipare al dibattito con un riferimento al “Sesto scenario”.

La Commissione europea ha avviato ieri un processo di consultazione aperto a tutti i cittadini per commentare le possibili alternative riguardo al futuro dell'Europa. Gli scenari presentati dalla Commissione sono cinque, ma SDG Watch ha presentato una sesta opzione al Presidente Jean-Claude Juncker. Il documento firmato da ASviS e da altre 250 organizzazioni della società civile intitolato “Sesto scenario: un’Europa sostenibile per i suoi cittadini” delinea una visione di Europa più democratica, giusta e sostenibile in cui “la sostenibilità sia saldamente collocata al centro dei progetti europei”.

In occasione dell’avvio della consultazione su queste tematiche, SDG Watch Europe, di cui ASviS fa parte, ha suggerito ai cittadini di supportare il “Sesto scenario”, nonché di partecipare alla campagna a favore dell’integrazione di indicatori nei meccanismi di governance dell’Unione per monitorare i progressi delle politiche verso il raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. In questo modo, si garantirebbe la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile in modo sistematico.

Le cinque possibili visioni del futuro esposte dalla Commissione sono:

  1. "Coloro che vogliono fare di più": l'Ue dei 27 procede come oggi, ma gli Stati membri che desiderano integrare la collaborazione in settori specifici possono procedere.
     
  2. "Fare meno ma più efficacemente": L’Ue si concentra sul rendere più efficace la collaborazione in settori selezionati, mentre si eliminano altri aspetti ritenuti meno importanti.
     
  3. "Attuazione": l'Ue dei 27 si concentra sul completamento e l’attuazione dell’agenda di riforma sulla quale sta lavorando.
     
  4. "Fare molto più in comune": gli Stati membri decidono di condividere maggiore potere, risorse e decisioni in tutti i settori.
     
  5. "Nient'altro che il mercato unico": l'Ue dei 27 si occupa gradualmente solo del mercato unico.

I commenti che i cittadini esprimeranno su queste proposte serviranno come ispirazione per il discorso del presidente della Commissione Jean-Claude Juncker sullo stato dell'Unione, in programma per il 13 settembre. È dunque consigliabile esprimere la propria opinione entro il primo settembre. A questo fine, SDG Watch raccomanda ai cittadini di reagire alla consultazione con un commento che includa nel testo un rimando diretto ai contenuti del documento “Sesto scenario” che promuove l’idea di fare dell’Unione il garante dello sviluppo sostenibile.

Le modalità con le quali la Commissione sta raccogliendo le reazioni del pubblico sono due: con un commento sul sito  oppure con un commento al post dedicato al futuro dell'Europa sulla pagina Facebook della Commissione. Gli sviluppi della campagna #FutureofEurope possono anche essere seguiti attivamente sui social.

di Ottavia Ortolani

martedì 25 luglio 2017

Aderenti

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale