Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

L'Asvis produce ogni anno un Rapporto sullo Sviluppo Sostenibile, un report sulla legge di bilancio ed altre pubblicazioni rilevanti.

Il Rapporto ASviS rappresenta la pubblicazione principale dell’Alleanza per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia. 

Contatti: Responsabile Comunicazione - Claudia Caputi

#AlleanzaAgisce

#AlleanzaAgisce: la pronta risposta del mondo dell’artigianato alla Pandemia

Economia in ginocchio e con essa piccole e medie imprese. Ma grazie al supporto delle associazioni di categoria, come Confartigianato e Cna, le imprese artigiane reagiscono e resistono agli effetti dirompenti della crisi in corso. 15/5/20

ACCEDI AL PORTALE DELLE INIZIATIVE DI ADERENTI E ASSOCIATI ASVIS
Scoprirai tutti i progetti per aiutare l'Italia a superare la crisi

 

 

Se è vero che la Pandemia ha colpito trasversalmente tutti i settori produttivi del nostro Paese, è altrettanto vero che non sono di certo mancate le iniziative di solidarietà a supporto delle imprese, in particolare di quelle artigiane. È il caso di Confartigianato, che "in questa drammatica crisi, ha testimoniato un impegno responsabile sia per affrontare l’emergenza sanitaria con iniziative di concreta solidarietà sia per fronteggiare l’impatto economico e costruire le condizioni della ripresa. Siamo convinti che, a emergenza sanitaria conclusa, il modello delle imprese ‘a valore artigiano’ sarà quello che meglio di altri potrà garantire una nuova stagione di sviluppo a misura d’uomo", ha dichiarato Giorgio Merletti, presidente della confederazione.

Tra le tante iniziative messe in campo per rispondere all’emergenza, vanno certamente segnalate la partecipazione alla creazione del Fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato (Fsba) per sostenere il reddito dei dipendenti delle imprese artigiane nei casi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa; la realizzazione di un cruscotto informativo ‘Emergenza Covid-19’, utile per assistere gli imprenditori associati e per svolgere attività associativa e interlocuzione nei confronti delle istituzioni e dei media; la realizzazione della campagna di comunicazione #Ripartiamo, per spiegare come le attività artigiane sono pronte per aprire, garantendo la sicurezza dei cittadini, attraverso una serie di video da due minuti che illustrano le misure adottate dagli imprenditori. 



E se da un lato l’attenzione è stata rivolta alle imprese, dall’altro Ancos, l’associazione nazionale del sistema Confartigianato che si occupa di progetti solidali, ha donato 20 respiratori pressometrici ai reparti di terapia intensiva degli ospedali italiani, mentre a Bergamo gli artigiani della Confederazione si sono mobilitati per costruire l’ospedale da campo dell’associazione nazionale Alpini.

Anche la Cna, la Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, si è impegnata fortemente sui territori per far fronte alla necessità di supporto e risposta immediata alle imprese. Una delle prime misure attuate è stata la costituzione di una task force nazionale incaricata delle interpretazioni legislative generali e settoriali; di azioni e suggerimenti di tipo operativo e organizzativo e del coordinamento dell’attività di lobby collegata al tema covid. Ma sono state anche predisposte, sul sito Cna, una pagina e una casella mail dedicate attraverso cui le aziende e le strutture territoriali afferenti alla confederazione possono porre quesiti.


Il patronato Epasa-Itaco, ente Cna, ha sviluppato una piattaforma che permette, senza uscire da casa, di richiedere tutte le prestazioni che la legge prevede in materia di welfare, comprese quelle messe a disposizione per l’emergenza Covid-19. È disponibile anche un servizio di assistenza in chat che consente di essere aiutati da un operatore come se si fosse in un ufficio di patronato.

Infine, anche il Cna ha aderito al Fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato, il fondo di sostegno del settore di cui ad oggi hanno usufruito quasi 150mila aziende per oltre 550mila lavoratori.

 

di Elita Viola

Venerdì 15 Maggio 2020
#AlleanzaAgisce #goal8

Aderenti