per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

LOTTA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

Nel 2017 la concentrazione di CO2 in atmosfera ha raggiunto nuovi livelli record, più di 405,5 ppm (parti per milione), pari al 146% dei livelli pre-industriali Negli ultimi 10 anni sono presenti i sei anni più caldi di sempre, cinque di questi registrati dal 2015 in poi. Tornano ad aumentare le emissioni gas serra dell’Italia dal 2014. Tre quarti di queste provengano dal settore produttivo, mentre il resto è causato dai consumi familiari.

Inaugurata da Jeffrey Sachs la 4a edizione della Siena International School 2022

Decarbonizzazione e cambiamento climatico: questi i focus dell’intervento dell’economista all’apertura del corso di ASviS, Santa Chiara Lab-Università Siena e Sdsn, con Fondazione Enel, Rus e Sdsn Europe, rivolta a 300 discenti.  25/3/22

GUARDA IL VIDEO DELL’EVENTO

“Quest'anno abbiamo deciso di avere una scuola completamente internazionale e penso che questa idea […] sia stata grandiosa perché abbiamo più di 300 partecipanti, un numero che ha superato ogni nostra previsione”. Con queste parole Angelo Riccaboni, direttore della Scuola e presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena, oltre che co-presidente del Sustainable development solutions network (Sdsn) Europe, ha aperto l’incontro inaugurale della quarta edizione della “Siena international school on sustainable development”, tenutosi il 23 marzo in modalità webinar aperto a tutti.

A seguire Carlo Papa, co-presidente della Scuola e direttore della Fondazione Enel: “Sono veramente felice di essere qui oggi e di iniziare questa nuova esperienza formativa. Oggi è anche la giornata mondiale della meteorologia che ci ricorda ancora una volta quanto è importante il cammino che stiamo intraprendendo”.

A fargli eco è intervenuta Patrizia Lombardi, presidente della Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), che ha messo in evidenza come “è dall’inizio che il nostro network, che riunisce oltre 80 università in tutta Italia e che ha per obiettivo quello di raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile nei campus e nelle comunità, si è unito e ha voluto supportare questa importante iniziativa educativa e di formazione.”

Ci ha pensato Cristina Fioravanti, responsabile Scuole e iniziative di Alta formazione dell’ASviS, a chiudere il giro di tavolo dei saluti introduttivi dei partner: “lo sviluppo sostenibile può contare su una rete sempre più forte ed è questo quello che vogliamo creare, con competenze, buone pratiche ed esperienze condivise.”

L’incontro è entrato nel vivo con la lezione tenuta da Jeffrey Sachs, presidente del Sustainable development solutions network (Sdsn) e direttore del Center for sustainable development at Columbia university, che ha parlato degli impatti economici e sociali della decarbonizzazione toccando vari punti.

Tra gli aspetti salienti evidenziati dall’economista:

  • serve una rete globale di conoscenza, consapevolezza, esperienza e partnership per affrontare e risolvere le enormi sfide del mondo attuale;
  • è necessario adottare un punto di vista olistico, ovvero che riguardi simultaneamente il progresso economico, la giustizia sociale e la sostenibilità ambientale, al fine di incidere positivamente sulla trasformazione e decarbonizzazione del sistema energetico, aspetti che giocano un ruolo chiave nella creazione della sicurezza climatica;
  • esistono già diverse politiche che possono essere adottate per agire contro il cambiamento climatico: azioni di mitigazione per ridurre le emissioni; azioni di adattamento affinché le attività economiche possano continuare nel caso in cui si manifestino gli effetti dei cambiamenti climatici; politiche tecnologiche e azioni di governance globale;
  • la transizione del sistema energetico richiede un'azione composta da diverse attività: digitalizzazione, elettrificazione, ricerca e sviluppo e combustibili a zero emissioni di carbonio devono guidare l'attività economica.

 

L’edizione 2022 della Scuola di alta formazione

Quest’anno sono più di 300provenienti da oltre 60 Paesi, i partecipanti alla Siena International School on Sustainable Development 2022 che, per la prima volta, si è aperta ad un pubblico più ampio, europeo e oltre: una conferma del grande interesse e della grande attenzione ai temi della sostenibilità e all’offerta di percorsi formativi di alto livello su tali argomenti.

Dopo la prima fase di autoapprendimento, i partecipanti (laureati, ricercatori, manager, funzionari di istituzioni pubbliche e private, imprenditori, insegnanti) inizieranno la seconda fase del programma didattico (23 marzo – 20 maggio): 12 webinar, interamente in lingua inglese, con esperti e accademici di fama internazionale su sfide, problemi, tecnologie e soluzioni nel processo di decarbonizzazione, politiche e normative pubbliche, ruolo della finanza e del settore privato.

La terza e ultima fase si svolgerà presso il Santa Chiara Lab – Università di Siena dal 13 al 18 giugno 2022 con cinque giorni di lezioni in presenza e workshop interattivi sulle implicazioni e soluzioni future, tenute da esperti internazionali e professori di alto livello. La Scuola di concluderà con la discussione dei progetti finali elaborati dai 30 partecipanti selezionati.

La Siena International School on Sustainable Development 2022 è organizzata dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), il Centro Santa Chiara Lab dell’Ateneo senese e il Sustainable development solutions network (Sdsn) con la collaborazione scientifica di Fondazione Enel, con il supporto di Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus) e di Sdsn Europe.

Visita il sito ufficiale della Scuola

 

di Elita Viola

Venerdì 25 Marzo 2022

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale