Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

Contatti: Responsabile Rapporti con i media - Niccolò Gori Sassoli.
Scopri di più sull'ASviS per l'Agenda 2030

The Italian Alliance for Sustainable Development (ASviS), that brings together almost 300 member organizations among the civil society, aims to raise the awareness of the Italian society, economic stakeholders and institutions about the importance of the 2030 Agenda for Sustainable Development, and to mobilize them in order to pursue the Sustainable Development Goals (SDGs).
 

QN Città future: l’innovazione come leva di crescita e inclusione

Il 15 settembre si è tenuto il quarto appuntamento digitale dell’iniziativa del Gruppo Monrif in collaborazione con l’ASviS. L’evento ha riflettuto sul ruolo della tecnologia nello sviluppo di una “economia intelligente”. 14/9/22

RIVEDI IL VIDEO

Si è tenuta giovedì 15 settembre alle 17 la quarta tappa del percorso multimediale promosso dal Gruppo editoriale nazionale (QN Quotidiano nazionale), con il sostegno di Eni e Change Capital e in collaborazione con l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), che intende coinvolgere cittadine e cittadini verso un comune obiettivo di sostenibilità, sollecitando la responsabilità sociale attraverso la sensibilizzazione su grandi temi globali quali innovazione, inclusione e green, verso le città del futuro

L’evento QN Città future: L’innovazione come leva di crescita e inclusione è stato dedicato alla smart economy, ovvero a una “economia intelligente” composta da una comunità di persone e di soggetti, e alle sfide da affrontare per superare il divario digitale. Gli attori che condividono lo stesso tessuto economico possono migliorarlo significativamente grazie alla scienza e alla tecnologia, da cui possono sprigionarsi nuovi talenti e nuove idee. A partire da queste riflessioni si è discusso dell’importanza della contaminazione tra ricerca scientifica e imprenditorialità, utile per sviluppare nuove start-up. È stato toccato anche il tema delle trasformazioni che stanno avvenendo nel settore bancario a seguito della digitalizzazione, e dei nuovi attori della Fintech, capaci di riscuotere un gran successo con i loro prodotti e servizi innovativi.

L’incontro è stato moderato da Sandro Neri, direttore di QN Il Giorno, e ha visto la partecipazione di alcune figure del mondo dell’imprenditoria, delle imprese e della ricerca: Paolo Barberis, fondatore di Nana bianca e Dada, Francesco Brami, ceo e co-fondatore di Change capital, Stefano Fasani, Eni program manager di Open-es, e Simone Ombuen, moderatore del sottogruppo Rigenerazione Urbana del Gruppo di lavoro ASviS sul Goal 11.

È stato possibile seguire la diretta su questa pagina, sulla pagina web dell’evento, sui canali social del Gruppo Monrif e su Ansa.it.

 

 

di Milos Skakal

 

Mercoledì 14 Settembre 2022

Aderenti