Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

L'Alleanza produce documenti con cadenza annuale (Rapporto ASviS "L'Italia e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile", Rapporto sui Territori, analisi della Legge di Bilancio), Position Paper e altre pubblicazioni rilevanti. 

Contatti: Responsabile Comunicazione - Claudia Caputi

The Italian Alliance for Sustainable Development (ASviS), that brings together 270 member organizations among the civil society, aims to raise the awareness of the Italian society, economic stakeholders and institutions about the importance of the 2030 Agenda for Sustainable Development, and to mobilize them in order to pursue the Sustainable Development Goals (SDGs).   
 

Inaugurata la nuova scuola ASviS sullo sviluppo sostenibile per gli enti locali

Tante città hanno già iniziato a scegliere l’Agenda 2030 come riferimento per le proprie strategie. È quanto emerso all’evento di apertura della Scuola, a cui parteciperanno 80 amministratori locali da tutte le Regioni italiane. 22/12/20

Si è tenuto mercoledì 16 dicembre online l’evento di inaugurazione della “Scuola sullo sviluppo sostenibile per le Regioni e le Province autonome”. Al dare il via all’incontro, i saluti istituzionali di Gianni Lampis, coordinatore della Commissione ambiente ed energia della Conferenza delle Regioni e Province autonome. “L’iniziativa che oggi promuove l’ASviS insieme alla Conferenza delle Regioni è di particolare rilevanza per il significato di questo momento storico in cui occorre rilanciare il Paese” – ha dichiarato. “È fondamentale costruire un nuovo paradigma delle politiche pubbliche e dell’amministrazione intesa nel suo insieme. La declinazione di questo nuovo paradigma non può che essere l’Agenda 2030, che impone un approccio complessivo, orizzontale e integrato a tutti i livelli istituzionali” - ha concluso Lampis.

A seguire Enrico Giovannini, portavoce dell’ASviS, dopo aver ringraziato i sostenitori e i partner che hanno reso possibile la realizzazione della Scuola, ha dichiarato: “Sono particolarmente contento che il corso inizi il giorno dopo la presentazione del Rapporto ASviS sui territori”. Nella sua lectio magistralis, il portavoce infatti ha ribadito come “nel Rapporto i territori sono considerati centrali nell’attuazione dell’Agenda 2030”, poiché “esso mostra come le Regioni, le Province autonome ma anche tante città hanno scelto l’Agenda quale riferimento per la propria visione strategica”.

La scuola è organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), in collaborazione con il Centro interregionale di studi e documentazione (Cinsedo) della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, insieme alla Rete delle università per lo sviluppo sostenibile (Rus), la Scuola Nazionale di amministrazione (Sna) e con il contributo di Terna, della Fondazione Eni Enrico Mattei (Feem) e dell’ENI.

Il corso, che vedrà la partecipazione di 80 tra dirigenti e funzionari delle Regioni e delle Province autonome, mira a fornire agli amministratori locali una formazione di alto profilo e qualificazione sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale secondo un approccio sistemico e interdisciplinare. Allo scopo di contribuire ad innalzare i livelli di consapevolezza, impegno, responsabilità e leadership degli enti territoriali verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, particolare attenzione sarà dedicata alle politiche di competenza delle Regioni e delle Province autonome chiamate a contribuire all’attuazione dell’Agenda 2030 a livello locale ma in piena sinergia con le politiche nazionali ed europee.

Guarda il video dell'evento di apertura

 

Leggi il programma della Scuola

 

di Elita Viola

Martedì 22 Dicembre 2020
#ASviS_News_Alleanza

Aderenti