per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

“TOward2030. What are you doing?”, l’arte urbana per lo sviluppo sostenibile

Lavazza ha presentato il volume sull'esperienza di TOward2030. Le fotografie di Martha Cooper, tra le più importanti fotografe di street art, raccontano un progetto che ha cambiato il volto di Torino: la street art incontra la sostenibilità. 2/12/19

Voluto da Lavazza e dalla Città di Torino con lo scopo di diffondere la cultura della sostenibilità attraverso il linguaggio della street art, il progetto TOward2030 ha visto la realizzazione di 18 opere murali ispirate agli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable development goals – SDGs) elaborati dall'Onu: i 17 SDGs più il Goal Zero, ideato da Lavazza e pensato per divulgare gli Obiettivi stessi. 

Torino, città che vanta una lunga tradizione muralistica, è la prima città al mondo a farsi ambasciatrice dei Goal, trasformandosi in un laboratorio in cui l'arte urbana si è fatta portatrice di un messaggio potente legato al futuro del Pianeta.

Le opere, realizzate da alcuni degli artisti di punta della urban art internazionale, sono state pensate per coinvolgere il pubblico e i cittadini, in particolare i più giovani, invitandoli ad agire. La domanda provocatoria che sottende il progetto, “What are you doing?”, è un invito formulato attraverso la forza comunicativa dell'arte per ricordare che il compito di salvaguardare il Pianeta riguarda ogni persona.

L’iniziativa è stata strutturata da un comitato di selezione di alto livello, formato da Enrico Giovannini (portavoce dell’ASviS), Francesca Lavazza (Lavazza Board Member), Michele Mariani (Executive creative director Armando Testa) e Roberto Mastroianni (Unesco chair), che ha selezionato i partecipanti in collaborazione con i tre collettivi storici del graffitismo torinese (Il Cerchio e le gocce, Monkeys evolution e Truly Urban Artists).

Qui di seguito gli artisti che hanno preso parte al progetto “TOward2030. What are you doing?”:

Ernest Zacharevic, Truly Urban Artists, Gomez, Vesod, Camilla Falsini, Hula, Gerada, Oko, Dzmitryi Kashtalyan, Fabio Petani, Ufocinque, Nevercrew, Mantra, Mrfijodor, Hitnes, Louis Masai e Monkeys Evolution.

Le opere sono state raccolte in un volume edito da Feltrinelli, che contiene un intervento divulgativo di Enrico Giovannini, la spiegazione dei 17 SDGs, le immagini delle opere realizzate dagli artisti e le loro parole, l’intervento della curatrice di street art Charlotte Pyatt, e l’intervista a Martha Cooper, storica fotografa del graffiti-writing, autrice delle foto che arricchiscono il libro.

Il volume presenta una mappa della città dalla quale è possibile rintracciare i luoghi in cui sono stati realizzati i 18 murales e altrettanti capitoli per ognuno dei Goal, corredati da una panoramica generale rispetto al singolo Obiettivo, una presentazione dell’artista e una descrizione che scioglie il significato dell’opera.

 

di Eleonora Angeloni

 


Credits: le fotografie presenti nel testo sono di Martha Cooper; gli artisti che hanno realizzato le due opere sono: Mrfijodor - Goal 14 "Vita sott'acqua" e Camilla Falsini - Goal 5 "Parità di genere".

 

 

#ASviS_Altre_News #goal11

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale