Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

Contatti: Responsabile Rapporti con i media - Niccolò Gori Sassoli.
Scopri di più sull'ASviS per l'Agenda 2030

The Italian Alliance for Sustainable Development (ASviS), that brings together almost 300 member organizations among the civil society, aims to raise the awareness of the Italian society, economic stakeholders and institutions about the importance of the 2030 Agenda for Sustainable Development, and to mobilize them in order to pursue the Sustainable Development Goals (SDGs).
 

Radio-Tv Alta Sostenibilità

Italia delle emergenze, tra siccità e alluvioni, ma manca ancora un Piano di Adattamento

Da Nord alle Isole a rischio coltivazioni, ecosistemi e salute pubblica. Eppure si arriva anche al 47% di dispersione idrica negli acquedotti. Su Radio Radicale, la rubrica Alta Sostenibilità, a cura dell'ASviS. In studio Manieri e Po. Ospiti  Federico, Francia, Muroni. [VIDEO].   27/6/22

GUARDA L'ULTIMA PUNTATA DI ALTA SOSTENIBILITÀ

Più che un'emergenza la siccità in Italia si sta caratterizzando sempre più come una ricorrenza estiva di difficile gestione. La crisi climatica fa sentire il suo peso e nonostante l’estate sia appena iniziata ci sono già grossi problemi di reperibilità della risorsa idrica.  Molti i Comuni che hanno già emesso ordinanze di razionamento e altri si apprestano a farlo mentre aumentano le denunce provenienti dal mondo agricolo e gli esperti avvertono: la mancanza d’acqua può mettere in crisi anche la produzione di energia. 

A esacerbare la situazione, la fragilità del Paese, spesso in difficoltà anche sulla gestione delle risorse. Secondo gli ultimi dati Istat (disponibili al 2018) la dispersione delle reti idriche ammontava al 42%. 

Toni Federico, coordinatore del Gruppo di lavoro ASviS sui Goal 7, "Energia pulita e accessibile", e Goal 13, "Lotta al cambiamento climatico"

Toni Federico (comitato scientifico dell'ASviS sui Goal 7 e 13): “La siccità non è solo un problema italiano, si tratta di un fenomeno di straordinaria gravità a livello mondiale. Ce ne siamo disinteressati, ma poi lo paghiamo in termini di migrazioni, di sicurezza alimentare. C’è poi la questione adattamento, neanche a Bonn si è riuscito a trovare una quadra su questo”. 

Stefano Francia, presidente dei giovani di Cia- Agricoltori italiani

Stefano Francia (presidente associazione giovani imprenditori agricoli di Cia. Agia): “La preoccupazione è sulle colture orticole, frutticole. Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina il nostro Paese si è impegnato sulla coltivazione di mais e cereali ma senza piogge questa produzione rischia di andare in grave difficoltà. Ci siamo trovati di fronte alla sfida di aumentare le colture razionalizzando l’acqua”. 

Rossella Muroni, deputata, capogruppo di “Facciamo-Eco” e vicepresidente commissione Ambiente della Camera

Rossella Muroni (vice presidente della commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei deputati, Misto - Maie - Psi - Facciamoeco): “C’è bisogno di un cambio di paradigma nella cura globale della risorsa idrica, il ciclo dell’acqua va immaginato in una maniera totalmente diversa. I mutamenti climatici ci metteranno sempre di più alla prova su questo tipo di fenomeni estremi che saranno sempre più intensi e frequenti”. 

 

 

 

 

RIASCOLTA L’ULTIMA PUNTATA  - Alta Sostenibilità - Cambiamenti climatici e siccità. Che fare in Italia?

 

Vai all'archivio delle puntate di Alta sostenibilità, la trasmissione di ASviS a cura di Valeria Manieri, Ruggero Po ed Elis Viettone, in onda il lunedì dalle 12:30 alle 13:00 su Radio Radicale.

Lunedì 27 Giugno 2022

Aderenti