per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

LOTTA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

La concentrazione media globale di CO2 in atmosfera ha raggiunto nel 2022 nuovi livelli record, pari a 415,8 ppm (parti per milione). Dopo il crollo delle emissioni per la pandemia (-8,9%) nel 2020, le emissioni in Italia sono aumentate nel 2021 del 4,8%.

L’Italia e il Goal 13: decarbonizzazione tra due secoli se non agiamo ora

Calo delle emissioni insufficiente. Dotare il Paese di una Legge sul clima, approvare il Pnacc, eliminare i Sussidi ambientalmente dannosi tra le proposte del Rapporto annuale ASviS. Scopri di più sulla Campagna Un Goal al giorno.  24/11/23

Disinformazione climatica è la punta dell’iceberg di enormi interessi economici

Auto elettriche, rinnovabili, lavoro sotto attacco da parte delle lobby fossili per passare dall’azione all’inazione. Frassoni: imprese green devono investire, “altrimenti ci asfaltano”. L’evento ASviS sui Goal 7 e 13 al Festival.  17/5/25

Modifiche alla legge quadro sulle aree protette: le osservazioni dell’ASviS

La definizione di un sistema di governance efficace di protezione all’altezza delle sfide è cruciale, ha detto l’Alleanza in audizione al Senato. Sugli aspetti finanziari: “Il Ddl non prevede nulla in merito alle risorse”.  12/7/24

Progresso non lineare, ma il cambiamento è in atto: il nuovo rapporto Istat SDGs

A che punto siamo, in Italia, con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030? Nonostante alcune regressioni e diseguaglianze territoriali, il 60% delle misure è in miglioramento. Istruzione e Città i Goal più carenti. 5/7/24

FOCUS. Caldo estremo: c’è davvero il rischio di uno scenario di “apartheid climatica”?

Entro il 2100 alcune zone del mondo potrebbero risultare invivibili senza sistemi di refrigerazione, che in pochi si possono permettere. Bulbi umidi e isole di calore i pericoli più seri. L’America sperimenta nuove soluzioni, l’Ue arranca. [Da FUTURAnetwork.eu]  4/7/24

L’Italia invia il Pniec all’Europa, ma le associazioni criticano duramente il Piano

Per il Piano nazionale integrato energia e clima “131 GW di rinnovabili entro il 2030” e almeno l’11% del fabbisogno elettrico nazionale soddisfatto dall’atomo per il 2050. Gli ambientalisti: “Irrazionale e punta su gas e nucleare”.  4/7/24

Flash news

Energy institute: 2023 positivo per le rinnovabili, ma fossili a livelli record

Il consumo energetico mondiale nel 2023 è aumentato del 2% rispetto al 2022 toccando un nuovo record, trainato dai combustili fossili che rappresentano l’81,5% del mix energetico mondiale. La produzione delle rinnovabili, esclusa l’idroelettrica, è cresciuta fino al valore storico del 13%, grazie all’energia solare ed eolica. È quanto emerge dall’analisi pubblicata dall’Energy institute.  12/7/24

Cambiamenti climatici: sondaggio Bei svela quanto ne sappiamo

Nell’ultima edizione del sondaggio sulla conoscenza complessiva dei cambiamenti climatici condotto dalla Banca europea per gli investimenti (Bei) su 35 Stati, l’Italia si colloca al 16esimo posto nell’Unione europea con un punteggio di 6,4/10, appena sopra la media Ue (6,37). Gli under 30 italiani si piazzano al secondo posto in Ue, e sono più preparati degli over 30 del proprio Paese.  12/7/24

L’Ecofuturo magazine, online il nuovo numero

Il focus del quarto numero dell’anno evidenzia il valore del senso di comunità e della cooperazione nelle sfide globali. Tra i contenuti, un pezzo di Ivan Manzo (ASviS) sulla condivisione in agricoltura, un’intervista all’esperto di ecologia sociale Karl-Ludwig Schibel e l’informazione ambientale spiegata dai giovani del progetto Giornalisti nell’erba. La rivista è realizzata in collaborazione con l’ASviS.  12/7/24

Kyoto club: Position paper per un’Italia sostenibile al 2030

Per contribuire all’effettiva realizzazione dello sviluppo sostenibile in Italia, l’organizzazione ha realizzato, tramite il Gruppo di lavoro sull’efficienza energetica e trasformazione digitale, un documento in cui delinea una serie di proposte su cui mira a facilitare confronti tra attori pubblici e privati. Tra i punti, il sostegno alle filiere green del Made in Italy e il recepimento della direttiva Epbd “Case green”.  5/7/24

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale