per dare un futuro alla vita   
e valore al futuro

SCONFIGGERE LA FAME

Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

Dal 2014 è tornato a crescere il numero di persone che nel mondo soffrono la fame, nel 2017 erano 821 milioni. In Italia dal 2010 al 2017 l’uso di pesticidi e diserbanti in agricoltura è diminuito del 20%, ma tra il 2016 e il 2017 è aumentato l’utilizzo di fertilizzanti.

Flash news

Cresce il dissenso per il Vertice sui sistemi alimentari

Sono circa mille le organizzazioni, le associazioni e le comunità indigene che si preparano a una mobilitazione contro il Vertice Onu sui sistemi alimentari che si terrà a settembre a New York. A essere denunciato è il ruolo “pervasivo e dominante” delle multinazionali del settore agroalimentare e un sistema di produzione che non tutela l’ambiente e le comunità locali. Tra le iniziative di protesta, anche quella che si terrà a Roma il 22 luglio.

Al via l’Hlpf, l’incontro intergovernativo sull’Agenda 2030

La pandemia ha innescato la peggiore recessione dal 1930, colpendo tutti gli indicatori relativi ai 17 SDGs dell’Agenda 2030. Come intervenire su questo arretramento sarà l’oggetto dei lavori dell’High-level political forum on sustainable development (Hlpf) 2021. Nel summit sarà fatto il punto sull'impatto del Covid-19 sugli SDGs e si forniranno raccomandazioni sulla ripresa sostenibile dell’economia.

Disponibile la nuova edizione de “Le mani in pasta. Le mafie restituiscono il maltolto”

È in vendita “Le mani in pasta. Le mafie restituiscono il maltolto” di Carlo Barbieri. Il volume, pubblicato nella collana Contastorie diretta da Daniele Biacchessi, ripercorre la nascita e l’evoluzione della Cooperativa Placido Rizzotto – Libera Terra e delle cooperative che coltivano le terre confiscate alle mafie. A quindici anni dalla prima pubblicazione, la nuova versione è oggi arricchita e aggiornata. 

La sfida dei “Residuo Zero”

L'agricoltura italiana, settore vivace e capace di profonde trasformazioni, sta puntando sulla certificazione volontaria “Residuo Zero”. Proposta da Legambiente per l’Agricoltura Italiana di Qualità (Laiq) ormai vent’anni fa, la proposta alla quale molti agricoltori hanno risposto positivamente sfida i produttori a garantire l’assenza nei prodotti agricoli di fitofarmaci o di altri residui chimici oltre il limite di quantificazione analitica, ovvero il limite di rilevabilità.

Al via la call 2021 del Gafsp

Il Programma globale per l’agricoltura e la sicurezza alimentare (Gafsp) ha lanciato un nuovo invito a presentare proposte progettuali nel contesto della pandemia di Covid-19 per sostenere nel medio e lungo termine una ripresa più sostenibile, inclusiva e resiliente dell’agricoltura e dei sistemi alimentari. Quest’anno la Banca mondiale garantirà circa 150 milioni di dollari di finanziamento per progetti proposti sia dai Paesi che dai produttori.

Economia circolare: aperta la call for papers di Ecomondo

C’è tempo fino al 30 giugno per iscriversi alla call for papers della manifestazione Ecomondo 2021. Il concorso, destinato a ricercatori universitari, enti di ricerca nazionali e internazionali, sarà concentrato sui progetti nei settori: gestione e valorizzazione dei rifiuti e dell’acqua, economia circolare, monitoring & control, tecniche di bonifica sostenibile, agri-food, forestry & biobased industry.

Un ciclo di interviste sui temi dell’Agenda 2030

Con un linguaggio e un format adatto a raggiungere i più giovani attraverso storie concrete, il progetto Heroes never sleep, lanciato da Global shapers Italia, vuole raccontare le iniziative di persone comuni contro il deterioramento dell’ambiente. Focus di questa settimana il Goal 10 (lotta alle disuguaglianze) e in particolare il contrasto alle agromafie. Per l’occasione sarà intervistato il sociologo Marco Omizzolo, esperto di questi temi.  

Onu, Global Compact: a Giulia Giuffrè il premio SDG Pioneer 2021

Il Global Compact delle Nazioni unite ha nominato il 16 giugno Giulia Giuffrè, Board Member e Sustainability ambassador di Irritec S.p.A., azienda siciliana tra i leader mondiali nel settore dell’irrigazione di precisione, “SDG Pioneer 2021” per la gestione sostenibile dell’acqua. Giuffrè aveva già ricevuto il riconoscimento di SDG Pioneer Italy 2020 a livello locale lo scorso dicembre.

Save the Children: corso per educatori sulla salute psicofisica dei più piccoli

Save the Children Italia ha presentato il corso di formazione sul contrasto al learning loss e sul recupero del benessere psicofisico dei più piccoli. Il percorso è rivolto a educatori, formatori ed insegnati e in particolare al personale impegnato nelle attività educative estive. Ciclo di incontri al via il 4 giugno fino al 16 dello stesso mese.

Openpolis: lo sforzo italiano per garantire la sicurezza alimentare è “del tutto inadeguato”

Lo sforzo compiuto dall’Italia per la cooperazione nel campo della sicurezza alimentare dei Paesi più poveri al mondo non è sufficiente. Lo spiega il nuovo rapporto realizzato da Openpolis sui risultati della diplomazia italiana. Una situazione aggravata dal Coronavirus, visto che le persone che a livello globale vivono una condizione di insicurezza alimentare sono cresciute del 14% nel 2020. 

Nature: sfruttiamo quasi un terzo di tutta la superficie terreste

Lo sfruttamento del suolo ha riguardato, tra il 1960 e il 2019, quasi un terzo (32%) della superficie terrestre globale. Un dato circa quattro volte maggiore per estensione rispetto a quanto stimato in precedenza dalle valutazioni del cambiamento del suolo a lungo termine. A spiegarlo è il rapporto “Global land use changes are four times greater than previously estimated”, pubblicato dalla rivista scientifica Nature.

Un terzo della produzione agricola in mano a piccole aziende

Una ricerca della Fao, l’agenzia per il cibo e l’agricoltura delle Nazioni unite, spiega come circa un terzo di tutta la produzione agricola mondiale sia prodotto in piccole realtà. La ricerca “Which farms feed the world and has farmland become more concentrated?” rileva che le aziende con meno di due ettari, che complessivamente gestiscono solo il 12% circa di tutti i terreni agricoli, producono circa il 35% del cibo.

Prodotti a base di insetti presto sui banchi dei supermercati europei?

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha espresso le prime valutazioni su prodotti derivati dagli insetti. Una tappa necessaria per la regolamentazione dei nuovi alimenti in quanto la consulenza scientifica dell’Efsa affianca il lavoro degli enti europei e nazionali che autorizzano tali prodotti sul mercato.

Wwf in difesa degli insetti impollinatori

Impoverimento dei paesaggi agricoli, inquinamento e uso indiscriminato dei pesticidi hanno ridotto in maniera straordinaria la popolazione d’impollinatori in Europa. Negli ultimi 30 anni, infatti, la biomassa di questi insetti si è ridotta del 70%. Per contribuire alla soluzione del problema, il Wwf scende in campo con la campagna ReNature, mettendo in campo azioni diffuse sia nelle sue Oasi sia in alcune aziende agricole che collaborano con il progetto.

Report Openpolis sullo spreco alimentare: sprechiamo quasi il 14% del cibo che produciamo

Le perdite alimentari che si verificano nelle mense e nelle famiglie hanno un impatto notevole sia sull’ambiente che sul sistema socio-economico. Ridurle, adottando modelli di produzione e di consumo sostenibili è l’obiettivo da raggiungere. Fondamentale, dunque, un maggiore monitoraggio del fenomeno, spiega Openpolis. 

Legambiente: Italia leader del bio e dell’agroecologia in Europa

In occasione del salone internazionale del biologico tenuto a Bologna, Legambiente ha ricordato come “l’agricoltura biologica possa fare da apripista, garantendo sostenibilità ambientale, innovazione e competitività”, chiedendo ai parlamentari una mobilitazione “per sbloccare la legge ferma al Senato e lavorare al quadro normativo”.

Perdite e sprechi di cibo affamano il Pianeta: in un report le raccomandazioni del Wwf

“Sulla Terra oltre 820 milioni di persone soffrono la fame: dopo decenni di miglioramento, dal 2015 il trend positivo si è invertito” ha dichiarato il Wwf in un comunicato, facendo luce anche sulla possibilità di ridurre gli sprechi di cibo per “compensare i bisogni alimentari in futuro”.

Rapporto Oxfam: oltre 55 milioni di persone nel mondo a rischio carestia

In occasione della pubblicazione del rapporto “Più tardi sarà troppo tardi”, Oxfam ha rivolto un appello urgente alla comunità internazionale, per un pieno finanziamento del Piano di risposta delle Nazioni unite al Covid, per intervenire nei Paesi più colpiti al mondo dalla crisi alimentare.

World food day: spreco alimentare, il ruolo chiave delle città

Un nuovo studio realizzato con la collaborazione della Fondazione Cmcc ha messo in luce il ruolo decisivo delle città nella lotta agli sprechi alimentari, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.

Più Iva sulla carne per dare respiro all’ambiente

Un articolo di Luisa Loiacono e Leonzio Rizzo, pubblicato su Lavoce.info, si interroga sui metodi per ridurre produzione e consumo di carne, agendo sulle aliquote iva: “il gettito aggiuntivo, oltre quattro miliardi, potrebbe finanziare il taglio del cuneo fiscale”.

Pubblicata indagine Chili food Italia sul rapporto tra bambini e valore del cibo

Il documento ha elaborato cinque percorsi metodologici e sette indirizzi d'azione, basandosi su un approccio multidisciplinare, applicabile e pratico, per realizzare la riconnessione dei bambini al valore del cibo, valore che sottende l’idea di sostenibilità nel campo alimentare.

Il World food programme riceve il Premio Nobel per la Pace 2020

In una cerimonia online seguita in tutto il mondo il direttore esecutivo del Wfp, David Beasley, ha ricevuto il riconoscimento a nome dell’agenzia e dei suoi 20mila operatori. Decisivo per l’assegnazione del prestigioso premio, l’impegno dell’organizzazione nella gestione del Covid nei teatri di guerra.

Wwf: agricoltura tra le cause principali del depauperamento ecosistemico europeo

L’organizzazione ha stilato dieci “trucchi” per rendere l’agricoltura amica della Natura: dalla rotazione delle colture ai nidi artificiali per insetti impollinatori, uccelli e pipistrelli. L’obiettivo è raggiungere il 40% di superfici bio entro il 2030 per tutelare ambiente e salute.

Functional food, quando l’economia circolare è funzionale al cibo

Pubblicata l’intervista ad Annamaria Ranieri, professoressa di chimica agraria all’università di Pisa, che, nell’ambito della piattaforma “Pink e green” sull’economia circolare e il cibo funzionale, ha illustrato come i materiali di scarto possano essere funzionali alla produzione di alimenti.

Crea per l’innovazione 2020: parte il roadshow virtuale per scoprire l’agroalimentare di domani

Il roadshow, che si distribuirà in 12 settimane per 12 centri del Crea, è stato organizzato per permettere la divulgazione delle migliori ricerche dei singoli centri Crea, con un comunicato stampa e una scheda di dettaglio dei progetti ad alto potenziale innovativo, per garantirne la diffusione. 

Stati generali dell’agricoltura sostenibile

L’evento si è svolto il 18 novembre e ha visto la partecipazione di Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, e Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura della regione Lombardia.

Su-eatable life: una dieta equilibrata fa bene anche all’ambiente

Mangiare sano per stare bene e ridurre l’impatto ambientale. Il progetto Su-eatable life parte da questo e ha l’obiettivo di aiutare le persone ad orientarsi nelle scelte alimentari quotidiane, imparando a bilanciare la propria dieta settimanale in maniera salutare e sostenibile, partendo dai pasti consumati in mensa.

Riso per una cosa seria, torna l’iniziativa promossa da Focsiv

Al via la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Abbiamo riso per una cosa seria" a sostegno del lavoro dei contadini italiani e del resto del mondo e dell'agricoltura familiare, promossa da Focsiv – Volontari nel mondo, insieme a Coldiretti e Campagna amica. A partire dal 7 settembre, si potrà aderire alla campagna in difesa dell’agricoltura familiare.

Gallup: legame critico tra sicurezza alimentare e ridotta qualità della dieta

Pubblicata una nuova ricerca sulla connessione tra insicurezza alimentare e qualità della dieta che evidenzia le relazioni tra fame, malnutrizione e incremento delle malattie non trasmissibili. Secondo la Fao, nel 2019 circa due miliardi di persone non hanno avuto accesso a cibo sicuro e nutriente.

Aderenti

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS
Via Farini 17, 00185 Roma C.F. 97893090585 P.IVA 14610671001

Licenza Creative Commons
This work is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale