Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

Contatti: Responsabile Rapporti con i media - Niccolò Gori Sassoli

The Italian Alliance for Sustainable Development (ASviS), that brings together almost 300 member organizations among the civil society, aims to raise the awareness of the Italian society, economic stakeholders and institutions about the importance of the 2030 Agenda for Sustainable Development, and to mobilize them in order to pursue the Sustainable Development Goals (SDGs).
 

Collaborazioni

Agente0011 è un progetto promosso da ActionAid Italia con l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere la comprensione critica e la mobilitazione dei più giovani sui temi dell’Agenda 2030 attraverso l’apprendimento attivo. Nell’ambito del progetto è stato sviluppato il portale www.agente0011.it, alla cui creazione ha contributo, tra gli altri, anche l’ASviS attraverso la fornitura di contenuti e la redazione di news sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Il portale costituisce uno strumento operativo ideale per promuovere tra i giovani dai 6 ai 19 anni la sensibilizzazione, la comprensione critica e l’attivazione territoriale sui temi dell’Agenda 2030, iniziando un percorso di apprendimento e mobilitazione per rafforzare la cittadinanza attiva e raggiungere così gli obiettivi educativi per i cittadini globali.

 

Il Comitato nazionale, che riunisce rappresentanti delle Cattedre Unesco in Italia e altri stakeholder quali ASviS, progetta e realizza l’iniziativa «Settimana di educazione alla sostenibilità» che si tiene annualmente a novembre.

 

La collaborazione con la casa editrice è volta a promuovere e diffondere la conoscenza dell'Agenda 2030 e dell'interconnessione dei suoi 17 Goal nel modo della scuola. Nell'ambito del progetto vengono realizzati webinar per docenti di ogni ordine e grado iscritti alla piattaforma DeAscuola, articoli di approfondimento che saranno pubblicati sui testi scolastici delle secondarie di primo e secondo grado, articoli di approfondimenti per il blog DeAscuola.

La collaborazione tra ASviS e Forum PA mira alla valorizzazione dell’impegno delle pubbliche amministrazioni con impatto sulle dimensioni dello sviluppo sostenibile e su diversi Goal dell’Agenda 2030. Nel 2020 ASviS e Forum PA hanno dato vita all’iniziativa “PA sostenibile e resiliente – I migliori progetti che guardano al futuro per trasformare le crisi in opportunità”, un premio che si inserisce nel quadro sociale ed economico segnato dall’emergenza epidemiologica facendo emergere le azioni che possono aiutare le amministrazioni a rispondere e adattarsi alle emergenze. I progetti più originali e innovativi sono stati selezionati dalla giuria composta dai rappresentanti del Forum e del Segretariato dell'ASviS, che hanno premiato le proposte maggiormente orientate agli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, all’innovazione per la resilienza, per rispondere alla crisi attraverso la tecnologia.

La nuova Galleria della Sostenibilità presso il Museo delle scienze di Trento (MuSe) è uno spazio espositivo di 400 metri quadri completamente riallestito. L'esposizione affronta i principali motori del cambiamento globale in atto, dalla questione climatica alla perdita di biodiversità, dall'aumento della popolazione alla lotta alle disuguaglianze sociali, esplorando i molteplici futuri - possibili, probabili e desiderabili - con la consapevolezza che la cultura può aiutarci a capire che le nostre sfide - come cittadini di una comunità globale - sono profondamente interconnesse. A completare gli exhibit, alcune interviste inter-generazionali e una selezione di casi concreti di ricerca e sviluppo, esperienze produttive e imprenditoriali che raccontano come anche il settore privato si stia muovendo verso modelli più sostenibili. L'ASviS, in qualità di partner scientifico, partecipa all'aggiornamento costante dei contenuti e delle proposte della Galleria. 

Sin dalla sua costituzione l’ASviS ha ritenuto fondamentale instaurare uno stretto rapporto di collaborazione con il ministero dell’Istruzione (Mi) che si è concretizzato nel 2016 con la firma di un protocollo d’intesa, rinnovato nel 2019, volto a “favorire la diffusione della cultura della sostenibilità in vista dell’attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030”. Con questo protocollo l’ASviS e il ministero si sono impegnati a proseguire la collaborazione per promuovere e divulgare sia iniziative di informazione e formazione legate allo sviluppo sostenibile, sia a sostenere il progressivo inserimento dell'educazione allo sviluppo sostenibile nei curricoli di ogni ordine e grado di istruzione e di formazione, a partire dal reinserimento dell'educazione civica e dalla valorizzazione dei percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento. Inoltre, l’ASviS e il Mi continueranno a ricercare e sperimentare nuove modalità di interazione con studentesse e studenti al fine di diffondere nel sistema educativo una crescente attenzione per i temi che toccano da vicino la cittadinanza globale e l’Agenda 2030 delle Nazioni unite. 

Obiettivo 2030 nasce allo scopo di diffondere il più possibile la conoscenza dell’Agenda 2030 e accrescere la consapevolezza di azioni e scelte che cittadini, comunità e istituzioni sono chiamati a intraprendere per realizzarla. Il progetto, frutto della collaborazione tra Earth Day Italia e l’ASviS, vuole essere un acceleratore di sviluppo sostenibile e si rivolge a tutte le realtà che in Italia si adoperano per il raggiungimento dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile allo scopo di rappresentare l'impegno italiano e di ogni stakeholder sui singoli SDGs, incoraggiare la condivisione di contenuti tecnici, scientifici ed esperienziali, promuovere le sinergie funzionali tra stakeholder, facilitare lo scambio di idee e progetti, favorire il sostegno economico ai progetti di maggiore impatto, sensibilizzare l'opinione pubblica sull'urgenza dell'Agenda 2030.

Il Salone della Csr e dell'innovazione sociale è un’iniziativa, promossa da Università Bocconi, Csr manager network, Fondazione Global compact network Italia, ASviS, Sodalitas, Unioncamere, Koinètica, che si tiene annualmente con l’obiettivo di contribuire alla diffusione della cultura della responsabilità sociale, offrire occasioni di aggiornamento e facilitare il networking tra i diversi attori sociali. L’ASviS è partner del Salone essendo membro del Comitato promotore e partecipando alle tappe del Giro d’Italia del Salone. Il gruppo promotore, insieme al Comitato scientifico, ha il compito di scegliere il titolo dell’edizione del Salone, impostare il programma culturale, definire i contenuti degli eventi in calendario. I membri del Gruppo promotore svolgono un ruolo importante anche nella promozione dell’edizione nazionale, delle tappe territoriali e di tutte le attività previste.

L’obiettivo principale di Street art for rights, progetto triennale, è sostenere l’ideazione e la creazione di opere di street art dando a esse la possibilità di occupare numerosi spazi della città di Roma, e attraverso di esse stimolare la riflessione sulle tematiche relative alla sostenibilità. Accanto alla concreta riqualificazione fisica delle zone coinvolte nel progetto, dunque, Street art for rights promuove la diffusione della cultura dello sviluppo sostenibile attraverso l’arte. Infatti i quartieri delle città scelti per ospitare le nuove opere di giovani street artists si trasformeranno negli ambasciatori fisici dei 17 Goals dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’Onu, andando ciascuno a visualizzare i relativi temi di fondamentale importanza per il futuro dell’uomo. Attraverso una serie di strategie di coinvolgimento attivo che comprendono incontri con artisti, dibattiti aperti, performances combinate e mostre di fotografia delle varie fasi del progetto, si punta a stimolare un’attenzione e un sentimento di interesse e di cura nei confronti dei luoghi in primis e delle tematiche generali vicine alla Sostenibilità che lo stesso territorio presenta. Risvegliare le coscienze nel nome di un senso d’appartenenza a una cultura condivisa che si manifesta nella cura e nell’attenzione per uno sviluppo equilibrato e vicino alle necessità dell’ecosistema significa diventare concretamente e responsabilmente cittadini di un mondo che ha un futuro.

Aderenti