Sviluppo sostenibile
Lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri.

L'Agenda 2030 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile
Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un piano di azione globale per le persone, il Pianeta e la prosperità.

Goal e Target: obiettivi e traguardi per il 2030
Ecco l'elenco dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) e dei 169 Target che li sostanziano, approvati dalle Nazioni Unite per i prossimi 15 anni.

Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile
Nata il 3 febbraio del 2016 per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e per mobilitare allo scopo di realizzare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

I nostri Progetti per orientare verso uno sviluppo sostenibile

Contatti: Responsabile Rapporti con i media - Niccolò Gori Sassoli.
Scopri di più sull'ASviS per l'Agenda 2030

The Italian Alliance for Sustainable Development (ASviS), that brings together almost 300 member organizations among the civil society, aims to raise the awareness of the Italian society, economic stakeholders and institutions about the importance of the 2030 Agenda for Sustainable Development, and to mobilize them in order to pursue the Sustainable Development Goals (SDGs).
 

Approfondimenti

Inner Development Goals: il pezzo mancante del puzzle

di Amelie Reuterskiöld Franchin, Sustainable Growth Strategist di Afuture

La maggior parte delle persone sul pianeta oggi desidera una società che sia giusta ed equa. Ciò che ci porta a una trasformazione aziendale e sociale è la trasformazione personale: da questa consapevolezza è nata l’iniziativa IDGs.

7 aprile 2022

Nel 2015 sono stati lanciati i Sustainable Development Goals (SDGs), che rappresentano un piano delle priorità su cui dobbiamo focalizzarci per far sì che il nostro pianeta diventi più sostenibile entro il 2030. Il progresso per il raggiungimento di questi obiettivi è stato più lento delle aspettative iniziali. Come mai? Uno dei motivi è che noi dobbiamo sviluppare nuove competenze personali e acquisire una “forma mentis” per poter essere dei leader in un mondo sempre più dinamico. Oggi si parla di più di cosa bisogna fare per risolvere i problemi del mondo invece di come costruire le competenze adatte tra i protagonisti principali che sono nella posizione per trasformare la “visione” in realtà. Senza una crescita individuale non ci si può aspettare di avere la crescita sociale. Alcuni studi confermano che le abilità individuali che ci servono per andare avanti si possono sviluppare e per questo occorre coinvolgere più di una generazione negli ambiti della formazione, dell’università e delle imprese, come anche organizzazioni del privato sociale.

Inner Development Goals (IDGs) è una iniziativa nata in Svezia con l’obiettivo di identificare, diffondere e sostenere lo sviluppo di valori, conoscenze, competenze e attitudini rilevanti per la crescita individuale in un ambiente sempre più sfidante e complesso come quello in cui ci troviamo. L’iniziativa dei IDGs ha come epi-centro la co-creazione e lo sviluppo continuo, così come anche input da vari esperti, scienziati, professionisti e organizzazioni nel mondo.

La prima fase del 2021 si era focalizzata sulla identificazione di valori, conoscenze, competenze e attitudini necessarie e ha avuto come output la pubblicazione del primo IDGs report. Il quadro dei IDGs rappresenta 5 categorie e 23 competenze che sono fondamentali per i leader che si occupano dei SDGs, ma sono importanti per le persone di tutte le generazioni.

Oggi l’iniziativa è nella sua seconda fase e consiste in:

  • ampliare il numero delle persone del mondo coinvolte che possano dare un contributo nella fase di co-creazione;
  • mappare metodi convalidati, pratiche e strumenti su come sviluppare ciascuna delle 5 categorie di IDGs (“Field-kit book”).

La versione finale del quadro IDGs e il “Field-kit book”, che sono entrambi “open source” e scaricabili gratuitamente, saranno presentati e discussi durante l’evento: the Inner Development Goals - 2022 Summit il prossimo 29 Aprile. Si tratterà di un evento ibrido, in presenza a Stoccolma ed accessibile online, che coinvolgerà partner internazionali e ospiti da tutto il mondo. L’evento online sarà trasmesso da Stoccolma il 29 Aprile dalle 9.00 alle 17.00. Per accedere è necessario iscriversi al seguente link.

Tra i partner ufficiali dell’iniziativa e ricerca IDG ci sono la Stockholm School of Economics e la Rotterdam School of Management. Altri ricercatori ed esperti di riferimento includono Amy C. Edmondson, Ph.D., Harvard Business School e Otto Scharmer, Senior Lecturer, MIT Sloan School of Management. Tra i partner corporate ci sono Ikea e Spotify e, a dicembre 2021, il Costa Rica è stato il primo Paese ad impegnarsi ufficialmente sugli IDGs: il ministro della Pianificazione ha infatti firmato il Manifesto per implementare il quadro dei IDGs per avviare il lavoro sull’Agenda 2030.

Afuture sta creando un hub italiano per l’iniziativa degli IDGs e - insieme ad altri partner e stakeholder - organizzando incontri e webinar locali attingendo all’essenza del quadro degli IDGs discutendo come e perché lo sviluppo individuale può creare valore per le aziende italiane a sostegno dei IDGs.

Per ulteriori informazioni sugli IDGs e su che cosa può significare per la propria azienda, scrivere a: idgs@afuture.se

 

 

 

 


Nella sezione “approfondimenti” offriamo ai lettori analisi di esperti su argomenti specifici, spunti di riflessione, testimonianze, racconti di nuove iniziative inerenti agli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Gli articoli riflettono le opinioni degli autori e non impegnano l’Alleanza. Per proporre articoli scrivere a redazioneweb@asvis.it. I testi, tra le 4mila e le 10mila battute circa più grafici e tabelle (salvo eccezioni concordate preventivamente), devono essere inediti.

Giovedì 07 Aprile 2022

Aderenti